Post

Visualizzazione dei post da 2013

Augurio mio

Immagine
(Antoine Blanchard, Winter in Paris, Notre Dame) S e mi catturassi l'anima d'un colore verde brillante ne mantecassi gli spigoli oziosi.. Già libera sono, al sol pensiero. Oh invitante futuro d'un ripetuto celeste divino m'agiti sogni di bagni perduti! Amare insolenze che non giungete alle alture mie e mi guardate da un torbido passato. Demoni della finta lussuria ora date pace ai miei sensi pretenziosi come mai. Ite, missa est. Attendo che mi catturi l'anima il lento risveglio la salvezza dal mare di malinconia il mio Natale d'amore perduto. Predispongo il sogno sul letto ancor vuoto. Augurio mio by Maria Cristina Cireddu is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License . Permissions beyond the scope of this license may be available at http://leparoledicrima.blogspot.com .

Orsi in inverno 🎵

Immagine
( Lucia Conversi, Orso I ) L a mia testa è fatta di chimere di isole impossibili non da raggiungere ma da vedere da conquistare calda piattaforma di lava in mezzo al mare. I giochi del mio corpo s’addormentano come orsi in inverno e il mio essere si rattrista al minimo dubbio. Aria di lievi cristalli argentei mi culli e mi consoli solo per un attimo prima che il resto della realtà torni a oscurarmi gli occhi. Isole perdute Vorrei che foste le Navi che prometteste di diventare. Navi ormeggiate ancora sulle vostre rive bruciate. Ascolta "Poesia Le Parole di Crima - 063 Orsi In Inverno" su Spreaker . Credit music:  Svyat Ilin Orsi in inverno by Maria Cristina Cireddu is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License . Permissions beyond the scope of this license may be available at http://leparoledicrima.blogspot.com .

La passeggiata

Immagine
(C. Monet,  Madame Monet and her Son) S e nessuno guarda cosa c’è nei tuoi occhi leggero si copre il viso dubbioso. Chi sei, ti sei mai chiesta? Cerchi Dio nelle tue paure e ti meravigli dell’ombra del tuo corpo. Vorresti solo declamare i tuoi pensieri con parole leggere come il vento. Le sicurezze ti avvolgono come la seta e i merletti antichi. Respiri poesia in un mondo di pennellate che svaniscono come la tua gioventù che muore e rinasce dai sorrisi eterni. La passeggiata  by Maria Cristina Cireddu is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License . Permissions beyond the scope of this license may be available at http://leparoledicrima.blogspot.com .

Diva

Immagine
(D. Rivera, Nudo con calle) U n peso leggero Sgorga dagli occhi tuoi grandi Neri e profondi. Voce acclimatata dai sogni D’una vita piena di mistero. Muori tra le mie braccia Avvolta dal bianco Assottigliato di un petalo. Oh, come i tuoi agghiaccianti acuti Mi stringono il cuore! Mi duole non comprendere Le tue cime appuntite. Esse discendono Nei meandri di un’anima Addormentata in un orgasmo finito. Oh, come logora il genio Dissacrato, per sempre libero! Scappi da un palco traditore E anneghi in giravolte Di un valzer amato Dalla tua gioventù appassita. Permani tra divorata beltà Mia diva assopita Svegliata da un sussurro. Diva  by Maria Cristina Cireddu is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License . Permissions beyond the scope of this license may be available at http://leparoledicrima.blogspot.com .

Perdutamente

Immagine
(Giovanni Rapiti, Leda e il cigno) Tutto l'amore per ciò che non possiede ali... Un cigno che s'alza  In un volo senza tempo Acqua asciutta che disseta Il mio vuoto d'affetto  Un furetto Che loda fiori Cresciuti in uno stagno. Una stretta di cuore Che consola perdite d'anima Una lacrima Che bagna parole inaudite Un posto lontano Da questo cielo. ...Perdutamente m'accarezza il viso stanco Perdutamente by Maria Cristina Cireddu is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License . Permissions beyond the scope of this license may be available at http://leparoledicrima.blogspot.com .

A piedi nudi... 🎵

Immagine
(Amedeo Modigliani, Jeanne Hébuterne) ...S ei giunta a denti stretti Passi piccoli e arcuati Serpeggiando Parole mal cucite  Dal pensiero ombroso. Cara e pesante  Idea di cuori rotti Artefatto di armoniosi Giuggioli ribelli. Libertà Senza senso e  Senza ardore Senza anima E senza nome. Una gabbia frivola Un uccello che urla. Ansimante Perduta quiete Di giochi ancestrali E di sguardi accesi. ...Liberi Ciò che è E ingabbi  Chi non osa. Ascolta "Le parole di Crima - 059 A Piedi Nudi" su Spreaker. Music credit:  Tyufyakin Konstantin   A piedi nudi  by Maria Cristina Cireddu is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License . Permissions beyond the scope of this license may be available at http://leparoledicrima.blogspot.com .  

Il desiderio di noi 🎵

Immagine
(Wassil Kandinsky, Il cavaliere azzurro) I l desiderio di noi È così nascosto Ancorato a radici Ramificate in arido. Il desiderio di noi Addormenta la notte E mi fa sognare  I tuoi deliri. Il desiderio di noi Non si traduce Non si comprende Pulsa e batte Tra colpi di tosse. Il desiderio di noi Mi uccide Quando ti sento Così lontano Da te stesso. Nessuno può udire I tuoi pensieri brulicosi Diniego di baci. Aggrappati a me E bagnati dei mille colori Che lasciasti sbiancare. Possiedimi  Solo per un attimo Tra la luce E avrò pace. Ascolta "Poesia Le Parole di Crima - 058 Il Desiderio Di Noi" su Spreaker. Credit music di Tyufyakin Konstantin Il desiderio di noi  by  Maria Cristina Cireddu  is licensed under a  Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License . Permissions beyond the scope of this license may be available at  http://leparoledicr

Rosso calante 🎵

Immagine
(Hans Andersen Brendekilde, Sentiero boschivo in autunno) I l rosso scende Quieto e cupo Tra gli alberi spioventi; Come un bambino Vorrei guardarti. Solo una fanciullesca mano Potrebbe coglierti E accoglierti davvero Tra i propri idoli. L'umido immutabile luogo S'addormenta e stringe di più. Ha atteso tre stagioni Per colorarsi così. Il rosso scende Silenzioso e solo. Non porta vesti È un fantasma ululante Che rimpiange Cose mai avvenute. Rammenta scie dorate E calori freddamente sopiti. Oh dolce fantasma d'oltremare Annega tra i romanticismi E abbandona le mie vie d'argento. Il rosso scende e dipinge solo Un quieto, cupo e silenzioso autunno. Ascolta "Poesia Le Parole di Crima - 057 Rosso calante" su Spreaker.   Music credit: Dream Machine Rosso calante by Maria Cristina Cireddu is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License . Permissions beyon

Val bene una lacrima

Immagine
(C. D. Friedrich, Viandante sul mare di nebbia) V al bene una lacrima Ciò che ci unisce Uomini della stessa pasta Carne, DNA di occhi e gambe Organi prensili e sogni invincibili.    Val bene una lacrima Il minuto di silenzio Il fumetto azzurro Che all'unisono Nasce in ognuno. Val bene una lacrima Che dovremmo tenere Accesa e presente Nell'ampia coscienza Del mondo nuovo. L’essere parte Dello stesso fiore Dura vita di sognatori Divorati da luci di spot Aggrediti da leggi ignobili. La pietà Oscurata dalla forza E dalle catene trasparenti Val bene una lacrima Dispersa nel mare.    Val bene una lacrima by Maria Cristina Cireddu is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License . Permissions beyond the scope of this license may be available at http://leparoledicrima.com .

Amaranth 🎵

Immagine
(Mary Stevenson Cassatt, Autunno) A spettare Un nastro con cui giocare Ridere e godere Gole ansiose di graffi. Di bagnata rabbia Nuvole piovose e ingiallite Riempiono i giorni Intrisi d’invii. Aspettare Un intervallo tra note Riprendere ad ascoltare Musica di vento. Di verità innata Versi pieni di speranza Tempestano fogli amaranto Giunti al profondo. Aspettare Un cessato maltempo Ricucire densi silenzi Strappandone i drappeggi. Di autunni incombenti Armoniosi desideri Travisano i pensieri D’un gustoso ritorno. Ascolta "Poesia Le Parole di Crima - 055 Amaranth" su Spreaker Music Credit:  Dream Machine Amaranth  by Maria Cristina Cireddu is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License . Permissions beyond the scope of this license may be available at http://leparoledicrima.blogspot.com .

Ragazzo di strada

Immagine
 (Katsushika Hokusai, La grande onda di Kanagawa)  T i rassicuri sapere Che il mare agitato con le sue onde d'amore accarezza la sabbia seppur sia dirompente quando innalza al cielo la tua tavola d'adrenalina. I viaggi vissuti di cuore di perversi cibi nutriti ti lasciano un odore acre di crescita brulla sul tuo viso di uomo. Gli occhi nocciola disegnati dall'oriente s'illuminano sul tuo sorriso e la curiosa simpatia di vita m'ammalia come un incantatore il proprio serpente. Trasportati dal Giglio mi hai mostrato cose nuove che non sapevo apprezzare. Il tuo parlare per ore di ciò che sai e che leggi in me mi trastulla la vita.   Ti rassicuri sapere che la porta del mio essere così solare e impotente rimane socchiusa di vento. E che il sapere più grande sta nel cambiamento. Ragazzo di strada by Maria Cristina Cireddu is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License .

Polvere d'albero

Immagine
(Irene Durnano, Alberi argento) www.irenedurbano.it L a voglia che ho Di baciarti le labbra Entrati dentro Nei sogni umani

Nel mondo onirico

Immagine
(Irene Durbano, Campo di grano 2) www.irenedurbano.it s i fa lenzuola di piume La realtà del pavimento Che crolla in un’atmosfera Di venti e tempesta.

Serendipità

Immagine
(P. Gauguin, Due donne tahitiane) C ol cielo rosso Che arde ogni giorno Come un domani Che sale al vento Come un dolce frutto Caldo e Assetato.

Rocce di carta

Immagine
(Edward Hopper, Morning sun) L’ ologramma dei tuoi occhi Brilla in un cielo cupo E il freddo gelido scende A coprire il nostro abbraccio. In polvere d’asfalto Deraglia l’idea di sogno Il fiore permane nel prato Dei miei ricordi offuscati. Scivolo su rocce di carta Sprofondo in trastulli Di bagnati sguardi E poso la voce calda Sull'aura spenta. Rocce di carta  by Maria Cristina Cireddu is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License . Permissions beyond the scope of this license may be available at http://leparoledicrima.blogspot.com .

Il vero istante

Immagine
(V. Kush, Anticipation of a Night's Shelter) A ttardami nell’azzurro Dei fiori arancio Sul quaderno stellato. Volteggi animale Morso dai risvegli stanchi. Ansima per me Come il volo di un foglio Disorientato dentro al vuoto. La salita più ripida e rapida Sprofonda Nei misteri della bellezza Dei pensieri. Soli ed eterni manti Di polvere Leggera e leggiadra. Visione di morbida compagnia Ricamo di vento Nebulosa d’amore E di mini modi d’assenzio. Dal mondo assente Vede scosceso e ignorante Il vero istante. Il vero istante by Maria Cristina Cireddu is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License . Permissions beyond the scope of this license may be available at http://leparoledicrima.com .

Il mio fuoco

Immagine
(J. W. Waterhuse, Ophelia) S croscia una lieve pioggia; Sento l’odore della terra. Sembra un giorno diverso da ieri, Se lo fosse davvero! A volte tutto cambia Ma dentro di noi. E le piogge trascorse, Passate, asciugate Sono solo ricordi Che bramano d’essere rievocati. E così, il soffice tuo dono Mi pare uno statico presente. E io ho bisogno di divenire. Sono in attesa Da così tanto tempo Ferma e vorticosa Come una girandola Che non si sposta. Vivo solo nei lievi momenti Giocati dal vento Che con il suo soffio Spegne per un poco la fiamma C’ho dentro e che mi brucia. A volte mi scalda Altre mi fa male Altre ancora s’aizza E mi spinge a terra. A terra, Proprio lì dove vorrei stare Abbracciata a qualcosa di forte Che paia eterno. Il mio fuoco  by Maria Cristina Cireddu is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License . Permissions beyond the scope of this license may be ava

Viola bruna

Immagine
 (G. Van-Honthorst, A young woman playing a viola da gamba) T’ accoccoli all’orso che è bruno S’accovaccia tra le tue gambe Coperte di seta verde. Le corde si pizzicano d’autore E un vento umido soffia lieve. Il silenzio è un dono Di perenne fantasia che sfugge Come un’opera pungente. Il silenzio echeggia tra le sale antiche Che odorano di pittura secca Di urla assorbite dai muri Di stucchi adorni. Or ecco nel chiostro L’agognato silenzio Giunto sulla tarda sera di luglio. T’abbracci alla tua viola bruna Ne disgreghi il sesso Con un sibillino ardor di musica. Socchiudi palpebre di velo dipinte E… accarezzi, pizzichi, sfreghi corde Di antica concezione. Viaggi attraverso immaginari tempi Di sogni e di canti, Popolari danze di fuoco. E poi sorridi, Gli occhi tuoi di vita appagata. È ancor tuo il chiostro Colorato d’Argento Di terra lontana Di cui s’ode l’accento di fascino E il canto d’amore. S’abbraccia e accoccola a te L’orsa viola Bruna com

Riflessione sul sentimento

Immagine
  ( Lucia Conversi , Ragazzo steso dal primo bacio) P otrei consolare il mio mattino Con una curva di coscienza Annegata nel dolce di un fiume Dall’odore selvatico. Potrei distendermi Accerchiata da verdi fili umidi A cercare ricordi Di un futuro profumato. Potrei ascoltare Fino a perdere all’unisono La lentezza di un soffio... Ma nulla potrebbe compararsi Al morso dei denti avvelenati Della malinconia più bella. Solletico d’amore e pianto di rugiada Sole di una gita pigra e distratta. Tutto si fa cerchio Attorno a una terra solo mia. E vorrei far tuo Il prato il tutto e l’immensità del fiume Dove scorre il mio sangue E liquefarlo più di se stesso E manipolarlo Fino a crearne una figura nuova Che non sia in nessun posto Se non tra i mondi sconosciuti Che abitano in noi. Riflessione sul sentimento by Maria Cristina Cireddu is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported

Verso la rock star della poesia, # 1

Immagine
L'arte, come l'amore, si ciba di fame ... E sarà estate, il 21 giugno, forse... ... per me sarà sicuramente una nuova primavera, un nuovo inizio! Finalmente una collaborazione speciale, finalmente le mie poesie lasceranno per una sera questa virtuale finestra sul mondo di internet per prendere vita. Una cornice ad hoc, un luogo dove l'arte arriva, si proietta e se ne va... e lascia una scia, un ricordo, un seme che attecchirà nella mente, nel cuore, nell'anima delle persone che l'hanno incontrata. Il luogo:   Spazio Vivo Heart La musica: Kiruna Acoustic Project   L'arte: Lucia Conversi Le parole: Quelle di Crima!

Nuovi giorni

Immagine
(Giuseppe Giorgi, Fiori alla finestra) E all'improvviso  Come un rivolo asciutto Sedotto dalle nuvole Che d'agosto  S'abbandonano a un pianto, Così la penna appuntita  Dal passato torna A bagnare d'inchiostro La pagina vergine. Ciò che amasti scrivere Ancora ansima di sonno E stamani giunge Sul velluto di papiro. E all'improvviso  Il pasto non pesa più Divenuto è Nutrimento del dì Cosciente e presente Di giocoso sole di sogno. Il fascino ha nuovi occhi Ancora chiusi e sconosciuti Che giungeranno In un pomeriggio d'autunno. E all'improvviso Il cammino scorgerà il podio Quando scatterà la rincorsa Ai giorni diversi. Nuovi giorni by Maria Cristina Cireddu is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License . Permissions beyond the scope of this license may be available at http://leparoledicrima.com .

Arte come amore

Immagine
(G. Klimt, Il bacio) L’ arte, come l’amore Posa le sue radici nel silenzio E cerca lo specchio che l’accolga. Come il grembo è silenzioso Così i quadri sono muti.

La strada

Immagine
(W. Mac Mazzieri, Grigie fantasie di un cavaliere notturno) S e i fiori si potessero inventare Con un sussurro O il rumore di zoccoli sull’asfalto.. Se i fiori si potessero spedire Con un soffio O lo strofinar di barba sul tuo viso..

Départ

Immagine
(P. Picasso, Arlecchino pensoso) F uggir vorrei Da questo gioco di cuore Che distorce i sogni. Femmina bisbetica, eretica In trappola cade Quando di dolci lodi E fiaccole perverse Le si riempie il camino.

Intonando pensieri

Immagine
(V. Lancini, Nella bruma) www.vannalancini.com S e solo io potessi intonare l’amara salvezza selvaggia tra i boschi antichi. Usignolo di agrodolce sentimento tra le campagne d’una terra straniera! Invece come rivoli di sangue poso i  miei umori sulla carta stracciata. Se solo io potessi intonare i pensieri rumorosi o inventare canzoni d’autore innamorato. Gabbiano sopra un lago mai assaggiato insieme all’azzurro! Ho inchiostro di burro,  tra le mani. Partirò per i prossimi tempi Obbligata dai silenzi d’anima. Il volo sarà il mio mezzo e so: ciò che si scrive, vive. Intonando pensieri by Maria Cristina Cireddu is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License . Permissions beyond the scope of this license may be available at http://leparoledicrima.blogspot.com .

Crima Wedding Writer

Immagine
Crima Wedding Writer by Maria Cristina Cireddu is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License . Permissions beyond the scope of this license may be available at http://leparoledicrima.blogspot.com .

Cuori omertosi

Immagine
(G. Klimt, L'albero della vita) C ordata d’uccelli in volo Che planano in questa notte Stellata e bianca. Di meteore infuocate paiono inondati I nostri cuori omertosi!

Lillà

Immagine
(V. Van Gogh, Campo di lillà) I o miserabile Ti rivedo luccicante Magnifica dentro di me Non m’annoi mai. Sei una primavera Nascosta da fiori lilla Che petalo su petalo Colorano una mattinata stanca. Sto seduto qui, in silenzio So che ti sentirò, Persino nel mio ozio. T’ho supplicato Di lasciarmi andare Mentre i cristalli nel petto Facevano il solletico. T’ho supplicato Di lasciarmi andare E ora t’ascolto mugolare Solo un minuto Perderti tra le rocce E crollare Per i precipizi d’amore. Non c’è nessun posto Dove vorrei stare Se non da te E da quei tuoi volteggi lilla Nel cielo freddo. E l’argento tra i mattoni I sassi d’arte E le piccole illusioni d’argento. Solo tu mi puoi leggere Morbida pioggia di coccole Parigine. Lillà by Maria Cristina Cireddu is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License . Permissions beyond the scope of this license may be available at http://leparoledicrima.blogspot.com .