Crima

Le parole di Crima

    Crima è lo pseudonimo per la mia poesia. E la poesia per me ha luogo solo nel paradosso dell’ispirazione:


l’emozione più vera e concreta che un animo umano possa provare, imprigionato nel corpo. L’unica cosa capace di uscirne, eppur servirsene nel medesimo istante.

Crima rappresenta la mia passione per la vita e i sentimenti, quelli che fanno piangere e sorridere insieme. Che poi, se uno nasce scrittore, non può cambiare il proprio destino. Che si lavori per scrivere, o si scriva per lavorare, si aspetta sempre lei: la Musa dagli occhi di ghiaccio, che si può nascondere in ogni dove. 

     ... le poesie non sono fatte per restare in silenzio, ma vanno lette a voce alta. Per questo ho aperto un podcast: Ascolta qui.








Nessun commento:

Posta un commento