Visualizzazione post con etichetta #poesiarecitata. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta #poesiarecitata. Mostra tutti i post

mercoledì 22 gennaio 2020

Profumo di rosa 🎵



Quadro Van Gogh rose rosa
(Vincent van Gogh, Pink Roses)



Croste di paesaggi
immensi
bruciati dal calore
e dal freddo.
Scrostati dai secoli
appena sopra i tuoi occhi
stanno appesi.

Conteggi di ore passate
che producono giorni
giacciono nel riflesso
di una luna appena
accennata
in un cielo mobile.

Note e immagini
avvolgono un pezzo
di anni bagnati.
Giogo di giovani menti
fredde, di ghiacci
spenti in un cuore rovente.

Rose nere sotto i tuoi piedi
fumeggiano sopra il bavero
del tuoi roseo cappotto.

Ti lascerò andare
a raccogliere spine spiegate.
Ti lascerò andare
nel rio verde che rimembra.
Permissions beyond the scope of this license may be available at www.leparoledicrima.com.

venerdì 5 giugno 2015

Amica nel vento




(E. Hopper, Le Bistro)


Questo cielo azzurro
caldo,
ancora caldo
mi fa pensare a lui
lui che solo
cerca chiarore
cerca la vita
che non c'è più.
Lei se n'è andata
per sempre
un'amica
un'amica vicina
un'amica tagliente.

E allora
quella gioventù
sferragliata
giocata
rincorsa
amata, deve
diventare vecchia
morire anziana
senza amore
senza sogni d'amore.

Un nuovo inizio
per chi ne ha il coraggio.

Questo cielo caldo
azzurro e caldo
mi fa pensare a lei
sulla spiaggia
sola una valigia
lei e la sua valigia
la sua indipendenza
la sua irriverente gioia.

Questo cielo
Che non è più loro
Annaspa di sabbia
D'angoli di deserto.
Questo cielo ora
È nero di luna piena
E non è più loro.




Licenza Creative Commons

Permissions beyond the scope of this license may be available at http://leparoledicrima.blogspot.com.

giovedì 14 maggio 2015

Acquerello



Acquarello vaso di fiori di Vanna Lancini
(Vanna Lancini, Tulipani in bianco)
www.vannalancini.com


La mattina
tra le rose
i suoi occhi
velati
si schiudono.

I ragazzi
di sotto
s'abbracciano.
E al di là
i palazzi
crescono.

I ricordi
macerano
come frutta.
Il tè
d'Oriente
risboccia.

Linee vecchie
d'anni fragorosi
si curvano
sulle fragole.

Deliri felici
acquerellano
sabbia
e memoria
dolciastra.






Licenza Creative Commons


Permissions beyond the scope of this license may be available at http://leparoledicrima.blogspot.com.

martedì 5 maggio 2015

Filosofo assopito 🎵



Henri Toulouse Lautrec, La lettrice
(Henri Toulouse Lautrec, La lettrice)


Un amore epistolare In un fracasso dolce Dipinge gli alberi E li spoglia Senza che s'abbia Occhi per goderli.
Bocca di zucchero Amorevole miele Che cola dai fori Suggerimenti d'amore Per la frenesia ereditata.
Velo d'un poeta amico Che ancora strimpella Le sue antiche rime Per chi le vuole leggere.
Frasi appese a una foto Che piange per tutto Divengono sterili Come petali appassiti.
Tappeto di rosee candide Illusioni per terra Crollate Come i miei battiti Per il filosofo assopito Dai suoi stessi pensieri.
Aspetta il risveglio Questo giorno lieve. Una vita più viva D'angoli spianati Una vita più giusta.
D'avorio io vedo I pennelli usati Lavati e poi gettati Ai venti, minuti E freddi.


Ascolta "Le parole di Crima - 103 Filosofo Assopito" su Spreaker. 
Music credit: Aspen Grove


Licenza Creative Commons


Permissions beyond the scope of this license may be available at http://leparoledicrima.com.

martedì 7 aprile 2015

Rami storti



(Hans Andersen Brendekilde, Springtime - The first anemones)



Ogni volta
che alzo lo sguardo
vedo una distesa di dolci
succulenti, inviti.
Fatti di pensieri infruttuosi
di macigni gustosi
essi stuzzicano il mio pensiero.

Ogni volta
che poso lo sguardo
in fondo a questo schermo
rimpiango la mia natura
di tulipani fiorita.
Eppur vi trovo,
tra le righe,
pozzi di sapienza
nei quali bere.

martedì 8 luglio 2014

Lei si muove






Jack Vettriano, The Singing Butler
(Jack Vettriano, The Singing Butler)



Dei gelidi venti
Che le soffiano in faccia
Lei di nessuno
Conosce il nome.

Nei giorni che la cambiano
Voltandola come pagine
D'un libro scarlatto
Lei sente il mutamento
D'una friabile pietra.

E quando l'azzurro
Degli occhi chiusi
Smette di comparire
Tra le nubi statiche
Che cedono polvere
Per lo strofinarsi del futuro,
Solo allora lei soffia via,
Con lo sguardo,
Il dannato vento
Bagnato e Bruciato
Annegato
Tra le rocce morbide
D'un gigante scomparso.

Lei si muove
E ti chiude in gabbia
Lei si muove
Per invecchiare nel sole.

Licenza Creative Commons
Permissions beyond the scope of this license may be available at http://leparoledicrima.blogspot.com.

domenica 11 maggio 2014

La bluastra fine d'inizio 🎵




Quadro di G. Segantini, lago di Annone, Lecco, famiglia di contadini prega Ave Maria a trasbordo
(G. Segantini, Ave Maria a trasbordo)


Abbraccia il mio cuore
È così poco l'amore
Che possiede il mondo
Quando il silenzio
Ci porta via gli sguardi.


Abbraccia il mio cuore
È così fresco il tempo
Che deruba gli erranti
Quando le scritture
Ci affrancano agli addii.


Non conosco nulla
Perciò sono bramante
Di quell'ocra, morbida
Illusione d'acacia
Che accarezza gli angoli
D'un sospirato successo.

Se tutto è blu
Tra le case e le mie parole
Sopra il disegno d'un solitario prato
Dentro i soli sanguinanti d'anima...

Abbraccia il mio cuore
Con la tua voce d'affetto
Che canta d'antico.


T'ho sentito senza vederti
Abbracciavi la mia fine
Afferrando un nuovo inizio.


Licenza Creative Commons




Ascolta "Poesia Le Parole di Crima - 077 La Bluastra Fine D'inizio" su Spreaker. 
Music credit: Svyat Ilin



La bluastra fine d'inizio by Maria Cristina Cireddu is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported LicensePermissions beyond the scope of this license may be available at http://leparoledicrima.blogspot.com.

mercoledì 2 aprile 2014

Gioia di perla 🎵





Quadro di Jan Vermeer, Ragazza con l'orecchino di perla
(Jan Vermeer, Ragazza col turbante)


A volte mi sospinge
Così in alto
Come un sogno
Che parla da sé
Annegato soffio d'anima
Per un placido Re.

Oh gioia di perla

Come posso crederti
Se quando sono nata
Tu già c'eri?
Se mentre me ne andrò
Sarai, forse, già passata?

Quando la creatura
Nel grembo mio
Mi guarderà perdermi
Come potrò non commuovermi?
Come potrò non comprendere?

Il nuovo mi punge in seno
Un senso misterioso d'agro
Vociare di saltellanti irte risa.

Oh gioia di perla
Vorrei innamorarmi
Per non sentire
I giorni che passano.

Oh gioia di perla
Vorrei baciare
Per credere nell'infinito
Un attimo soltanto.

Un attimo soltanto:
Un incanto d'ardore.


Ascolta "Poesia Le parole di Crima - 071 Gioia di Perla" su Spreaker. 
Music credit: Denis Stelmakh

Licenza Creative Commons


Permissions beyond the scope of this license may be available at http://leparoledicrima.blogspot.com.

lunedì 31 marzo 2014

Aulenti pensieri


Quadro romanticismo Caspar David Friedrich, Il sognatore
(Caspar David Friedrich, Il sognatore)


Sconosciuto simile nell'animo
M'ammalia il tuo sorriso amico
Le tue mani magre
E il pensiero che ho di te.

Sconosciuto simile nell'animo
Ti scrivo di nascosto tra i fiori
Di vetro e metallo
Sbocciati dall'incendio sopito.

Sconosciuto simile nell'animo
Parli come se mi conoscessi
Da sempre, e ancora
Io potrei perdermi e seguirti.

Mentre tu, 
Conosciuto dagli occhi belli
Più mi penetri a fondo
Meno mi guardi.

Un albero di luce elettrica
Cova tra i suoi rami d'acciaio 
I miei futuri amanti gesti.

S'accendono 
Le luci della città vecchia
Che s'affolla di beltà.

T'immagino

Sugli aulenti antichi ponti
D'un mondo che s'attarda. 

Ascolta "Poesia Le Parole di Crima - 070 Aulenti Pensieri" su Spreaker.
Music credit:Dream Machine 


Licenza Creative Commons

Permissions beyond the scope of this license may be available at http://leparoledicrima.com.

martedì 25 marzo 2014

La libera bellezza 🎵




Dipinto di J. W. Waterhouse, una donna dai capelli rossi annusa un roseto rosa
(J. W. Waterhouse, The soul of the rose)


Angolo di beata quiete
Ove nulla s'addentra
Se non la dolce luce chiara
Degli archi tuoi perfetti.

Un calore tiepido
Agita le notti affrante
E cullate dai fiocchi di luce
Dei nuovi e proibiti sogni.

Il gelido vento di primavera
Sussurra, con artigli delicati.
Di sottecchi m’invita agli argini
E poi m'eleva al cuspide del genio.

Bellezza libera
Dalla schiavitù del cuore
Costruisce l'immensa povertà
Fitta di eterni diamanti

Bellezza libera
Dai frammenti aguzzi
Copre l'infinito,
Effimero terreno.



Ascolta "Le Parole di Crima - 069 La Libera Bellezza" su Spreaker. Music credit: Denis Stelmakh
Licenza Creative Commons
Permissions beyond the scope of this license may be available at http://leparoledicrima.blogspot.com.

martedì 5 novembre 2013

A piedi nudi... 🎵




Dipinto di Modigliani raffigurante la moglie Jeanne Hébuterne
(Amedeo Modigliani, Jeanne Hébuterne)

...Sei giunta a denti stretti
Passi piccoli e arcuati
Serpeggiando
Parole mal cucite 
Dal pensiero ombroso.

Cara e pesante 
Idea di cuori rotti
Artefatto di armoniosi
Giuggioli ribelli.

Libertà
Senza senso e 
Senza ardore
Senza anima
E senza nome.

Una gabbia frivola
Un uccello che urla.

Ansimante
Perduta quiete
Di giochi ancestrali
E di sguardi accesi.
...Liberi
Ciò che è
E ingabbi 
Chi non osa.



Ascolta "Le parole di Crima - 059 A Piedi Nudi" su Spreaker.
Music credit: Tyufyakin Konstantin

 Licenza Creative Commons
Permissions beyond the scope of this license may be available at http://leparoledicrima.blogspot.com. 

venerdì 18 ottobre 2013

Il desiderio di noi 🎵





Quadro astratto di Kandinsky, Il cavaliere azzurro
(Wassil Kandinsky, Il cavaliere azzurro)


Il desiderio di noi
È così nascosto
Ancorato a radici
Ramificate in arido.

Il desiderio di noi
Addormenta la notte
E mi fa sognare 
I tuoi deliri.

Il desiderio di noi
Non si traduce
Non si comprende
Pulsa e batte
Tra colpi di tosse.

Il desiderio di noi
Mi uccide
Quando ti sento
Così lontano
Da te stesso.

Nessuno può udire
I tuoi pensieri brulicosi
Diniego di baci.

Aggrappati a me
E bagnati dei mille colori
Che lasciasti sbiancare.

Possiedimi 
Solo per un attimo
Tra la luce

domenica 29 settembre 2013

Amaranth 🎵






Quadro donna seduta panchina autunno
(Mary Stevenson Cassatt, Autunno)

Aspettare
Un nastro con cui giocare
Ridere e godere
Gole ansiose di graffi.

Di bagnata rabbia
Nuvole piovose e ingiallite
Riempiono i giorni
Intrisi d’invii.

Aspettare
Un intervallo tra note
Riprendere ad ascoltare
Musica di vento.

Di verità innata
Versi pieni di speranza
Tempestano fogli amaranto
Giunti al profondo.

Aspettare
Un cessato maltempo
Ricucire densi silenzi
Strappandone i drappeggi.

Di autunni incombenti
Armoniosi desideri
Travisano i pensieri
D’un gustoso ritorno.

Music Credit: Dream Machine

Licenza Creative Commons


Permissions beyond the scope of this license may be available at http://leparoledicrima.blogspot.com.

lunedì 9 luglio 2012

Il girasole



Quandro van Gogh girasoli
(Vincent van Gogh, Vaso con tre girasoli)


Fosse semplice guardare il sole
Arsi dalla natura
Prosciugati dal picchiare incessante
Dell’unico motivo di vita.
Fosse così facile
Affondare le radici nella terra
Succhiarne la linfa
Penetrare l’infinito.

Fosse così amato
Il mio animo
Come dal sole l’estate …
Quando mi sono svegliata
Ho scoperto che il fiorire
Sfuma in un giorno.

venerdì 15 giugno 2012

Sole di grazia 🎵





Dipinto romantico di William Trost Richards, Lago Winnipesaukee
(William Trost Richards, Lago Winnipesaukee)

Fa così male sentire
È come puntare le dita
Sul tuo pungente sorriso insicuro.
Le lampade illuminano
Solo parte del buio
E per quanto possa andar veloce
Sono sempre ferma.

Cresce il movimento delle onde
E il mio sentimento con loro
S’agita di domande.
Quanto brucia sentire
Nel petto,
Ma non conosco altro luogo.
Potrei chinarmi e assaggiare la neve
Perduta, sporca di fango
Schiacciata, sciolta.
Ma rimango in piedi
E sono ancora ferma.

Per i monti
Ci sono tante ansimanti entità
Che vivono sole di grazia
Come me.
Ci guardiamo da una punta all’altra
Schiacciati dal nostro silenzio
Parliamo la stessa lingua
Ma non ci capiamo.
Vibriamo su scale differenti
Anche se suoniamo le stesse note.
E io continuo a sentire
Male nel petto,
Ma è l’unico luogo che conosco.
Permissions beyond the scope of this license may be available at http://leparoledicrima.blogspot.com.

venerdì 25 maggio 2012

Blu ardente 🎵





Claude Monet, Ninfee e riflessi del salice
(Claude Monet, Ninfee e riflessi del salice)



Vi sono fiori che
Per loro naturale bellezza,
Nascosti in miti giacigli,
Paiono delicati steli protesi al cielo.

Immagino un bosco rigoglioso
Che dopo secoli è ancora lì.
Piante sagge guardano il fiore blu;
Loro conoscono la sua forza.

Il fuoco arde
S’accende in melodie.
Scintille scoppiettano
All’udire parole rubate
A una canzone.
E così il falò della guerriera
Illumina e scalda il bosco umido.
Danzatrici divertite
Seguono l’irrefrenabile ritmo tribale.
Il rumore del rito
È protetto dalla magia della notte
E le stelle ammirano
La bellezza sfavillante.

Al ritorno del Sole,
Tutto tace.
E dove vi era il fuoco
Il fiore dagli occhi blu è tornato
A lasciarsi illuminare, dolcemente.
Sorride,
È fresco come se
Avesse dormito tutto il tempo.
Malizioso, apre i suoi petali alla luce
Si protende sempre di più
Verso l’azzurro del cielo.
È bello
Sembra nato ieri.

Ascolta "Poesia Le parole di Crima - 020 Blu Ardente" su Spreaker. 
Permissions beyond the scope of this license may be available at http://leparoledicrima.com.

domenica 5 febbraio 2012

Anniversario



Quadro di Salvador Dalí, Ragazza che guarda il mare fuori dalla finestra
(Salvador Dalí, Ragazza alla finestra)


Stasera calava di rosa.
Forse venticinque anni fa
lo stesso strofinarsi di poesia
si lesse nel cielo,
ma troppo occupato fui
a leggere la felicità attraverso i tuoi occhi.

La mia debolezza non t’importava,
il destino che già scriveva
dentro le vene, nel mio sangue
ticchettava come una bomba a orologeria
mentre noi cercavamo di vivere
tutto ciò che riuscivamo a sentire.

Ti mangiai d’amore
mentre godevamo della vita
come la vedevano i nostri occhi.
Eravamo miopi
per i falchi che stavano a osservare
noi, immuni al dolore del giudizio.

E tu mia adorata
conservi ancora
quella miopia d’argento,
e vivi come se ogni giorno
fosse il primo
ma anche l’ultimo
e ascolti ancora
la ninna nanna che ti canto
ogni notte
prima che il tuo corpo
s’abbandoni nel soave letto
che ci accompagnò dentro di noi.

La fortuna è nostra

quando il vento sbatte nel vetro
della tua finestra
e io posso mostrarmi meglio a te.
Ti guardo lo sai
e tu mi puoi sentire.

Vedo l’entusiasmo
che maschera la malinconia
quando il mio pensiero ti punge di più
e ti fa presente
che l’amore non conosce la morte.

Licenza Creative Commons


Permissions beyond the scope of this license may be available at http://leparoledicrima.blogspot.com.

venerdì 3 febbraio 2012

Andromeda 🎵






Dipinto di Tamara De Lempicka donna nuda incatenata, Andromeda
(Tamara De Lempicka, Andromeda)

Nel silenzio
della mia camera
sentivo battere
il mio cuore
triste, abbandonato.
È da sempre
che vivo in un sogno.
Calde lacrime
rigavano le mie guance
mentre quel ritornello
abbracciava il mio petto.
Nessuna espressione
Nessuna espressione.
Ho un’anima
da principessa triste
da poeta maledetto
in un corpo di donna
senza pretese.
Potrei sognare così a fondo
se solo mi svegliassi!
I miei polsi incatenati
guardali e riflettici:
ti stanno aspettando
da sempre,
da quando vivo in un sogno.


Ascolta "Poesia Le Parole di Crima - 001 Andromeda" su Spreaker.
Music credit: Aspen Grove

Licenza Creative Commons

Andromeda by Maria Cristina Cireddu is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License. Permissions beyond the scope of this license may be available at http://leparoledicrima.blogspot.com.