giovedì 13 aprile 2017

Corsa notturna




Quadro raffigurante Pierrot detto Gilles
(Antoine Watteau, Pierrot detto Gilles)



Le nuvole ispaniche
ieratiche, armate di desiderio
oggi mi rammentano
le tue mani, abbassate e stanche,
il silenzio della perdita
e quanto è grande il mondo.
Era tutto diverso allora.
Tranquillo, forse un frammento
della strada ch'è ancora lì.
Non conoscevo tenerezza
Non il tuo volto
Non le parole taciute.
I sapori che avrei imparato,
i fantasmi, buoni
che mi avrebbero parlato.
Le storie, nate nella mia testa
traduzione difficile
inconscio che aspetta
la lunga corsa notturna
di un giovane pensante.

Licenza Creative Commons



Permissions beyond the scope of this license may be available at http://leparoledicrima.blogspot.com.

mercoledì 5 aprile 2017

Muga



Raoul Dufy, Landscape, Villerville
(Raoul Dufy, Landscape, Villerville)



A volte il cielo è scuro
e accoglie un mattino
romantico a metà.
C'è gente che non parla,
ma scrive urlando;
e non è per me.

L'infanzia ai tempi miei
mostrava pace e fiori
insegnava umana civiltà;
anch'essa paura aveva:
di sconosciuti con le caramelle.

Il cielo di queste mattine
è oscurato da un sogno
che sta al di là della morte
dissacrando la vita.

Avrei voluto essere qualcuno
per insegnare al mondo
a giocare coi mughetti
Sotto una pianta maestra,
sferzare la fantasia naturale
forse crudele,
ma straripante di sole.



Licenza Creative Commons


Permissions beyond the scope of this license may be available at http://leparoledicrima.blogspot.com.