sabato 26 aprile 2014

Visi grigi






(R. Magritte, Gli amanti)

Polvere che si posa
Sulle curve dei volti adulti
E avvolge il mondo tutto.

Le vite d'oggi
Fingono d'attingere
Da dotte antichità.


Ma come puoi trovarmi
Se ti nascondi?

Il riflesso che un tempo
S'immergeva nei laghi
Ora fotocopia
I volti grigi
Di perduta lealtà.

L'arte ci salverà
O sì, l'arte ci salverà
Così come m'abbraccia
E mi solleva
Dai finiti approcci.

Guardo sconosciuti
Plasmare coi loro corpi
I perversi desideri
Racchiusi in una favola.

Che posso mai lodare
Delle vite d'oggi?

Molto e ancor poco
Se ti nascondi
Come un folle
Dietro oscurati specchi.

Poco e ancor molto
Se salvi i miei pensieri
E poni il tuo viso grigio
Sotto la pioggia.

Licenza Creative Commons
Permissions beyond the scope of this license may be available at http://leparoledicrima.blogspot.com.

venerdì 18 aprile 2014

La solitudine dei cent'anni




Leggere i classici per imparare a raccontare il tempo presente. Questo pensavo ieri pomeriggio, mentre i personaggi del mio nuovo romanzo (W.I.P.) chiacchieravano, anzi discutevano, forse fin troppo teatralmente, nella mia testa. E allora, pensavo, quando tutto è già stato scritto, un modo per renderlo nuovo è raccontare ciò che è vecchio, immergendolo, con una sfumatura poetica, in questi nuovi, incasinati, tempi.

I classici hanno, per me, un gusto strano. Personaggi mai esistiti paiono più vivi che mai, quando persino chi li ha inventati non c'è più.

E già, gli scrittori muoiono, dopo aver scritto tanto sulla vita e sulla morte, sull'amore e sulla solitudine, anche loro se ne vanno.



(Rafael De Armas, Gabriel Garcia Marquez, 2006)

"Non è vero che le persone smettono di inseguire i sogni perché invecchiano, diventano vecchie perché smettono d’inseguire sogni."

mercoledì 16 aprile 2014

Genio senza nome




Quadro William-Adolphe Bouguereau, Evening mood
(William-Adolphe Bouguereau, Evening mood)


Come posso credervi ancora?
Come posso ascoltarvi ancora,
Mio genio innamorato della musica?
Avete pronunciato parole
Sì belle, sì speciali
Che ancora suonano
Dopo tutti questi anni
Dopo tutti questi profondi amori!


Ah, certo! L'ispirazione!
Fu lei che vi penetrò

D'antica pioggia di muffa!

Ma voi che ne sapete,
Che ne potete sapere
Dei perduti cieli?
Che ne potete sapere
Dei fantasmi poeti?


Ah, vita! Se potessi zittirvi!
Un giorno impazzirò
Per le vostre impertinenze!

Ma..
Come potrei mai addormentarmi
Se voi non mi accarezzaste?
Come potrei mai sognare
Se voi non aveste due mani
E un sol volto?

Chiudete gli occhi
Mio ardito genio senza nome
Chiudete gli occhi.



Licenza Creative Commons
Permissions beyond the scope of this license may be available at http://leparoledicrima.blogspot.com.

mercoledì 9 aprile 2014

Riflessi d'ombra





(Frits Thaulow, Ponte Pietra a Verona) 



S’allungano riflessi d'Adige
Soleggiato incanto di nature verdi
Cipressi pungenti tra chiese fresche
E vecchie d’ornati giacigli.

domenica 6 aprile 2014

Invito di marmo




(Matteo Massagrande, Interno IV)

Le mie insane
Innate parole
Ti son giunte già?
Oh creatura 
Dagli occhi grandi
Tendi le orecchie 
Per me.

mercoledì 2 aprile 2014

Gioia di perla 🎵





Quadro di Jan Vermeer, Ragazza con l'orecchino di perla
(Jan Vermeer, Ragazza col turbante)


A volte mi sospinge
Così in alto
Come un sogno
Che parla da sé
Annegato soffio d'anima
Per un placido Re.

Oh gioia di perla

Come posso crederti
Se quando sono nata
Tu già c'eri?
Se mentre me ne andrò
Sarai, forse, già passata?

Quando la creatura
Nel grembo mio
Mi guarderà perdermi
Come potrò non commuovermi?
Come potrò non comprendere?

Il nuovo mi punge in seno
Un senso misterioso d'agro
Vociare di saltellanti irte risa.

Oh gioia di perla
Vorrei innamorarmi
Per non sentire
I giorni che passano.

Oh gioia di perla
Vorrei baciare
Per credere nell'infinito
Un attimo soltanto.

Un attimo soltanto:
Un incanto d'ardore.


Ascolta "Poesia Le parole di Crima - 071 Gioia di Perla" su Spreaker. 
Music credit: Denis Stelmakh

Licenza Creative Commons


Permissions beyond the scope of this license may be available at http://leparoledicrima.blogspot.com.