sabato 15 dicembre 2018

Destini simultanei




Quadro astratto di Klee
(Paul Klee, Wald Bau)



Considera questo
momento di sola gloria
azzurro ceruleo di memorie
come ogni momento
ora, e anche ora,
e così via.

La simultaneità dei destini
che s’incrociano sotto steli
accessi e offuscati
da luci più moderne.
È un attimo
un incontro per sempre
scivola via e con sé
porta il senso d’agra solitudine
per scioglierlo come ghiaccio
sopra una mattina di sole.

Vorrei inventare i silenzi
tra una riga e l’altra
una malinconia amica.
Mi rivedo e chiedo
a cosa è servito
essere giovani e tanto belli
se si è stati così cupi e insicuri.
Mi guardo e scopro
come cambiano i colori
e le forme, quando diventano nostre.

Vorrei inventare nuovi silenzi
che parlano picchiettando
e portano regali
come oggi ogni giorno.

Vorrei scolpire l’aria
renderla amica mia
abbracciarla con sospiri
che ricordino me
e ogni sorriso attorno.

Licenza Creative Commons


Permissions beyond the scope of this license may be available at http://leparoledicrima.com.