giovedì 23 luglio 2015

Il tuo sorriso


(Joaquín Sorolla, Figura en blanco, Biarritz)


Ogni anno
lo stesso giorno
io ti penso.
Ma tu non ci sei
mai.

Non ci sei stata
e non ti volterai
nemmeno ora.
Eppure lieve
un soffio di desiderio
aleggia tra le persiane.

Sarà l'eco della poesia:
il gioiello
impacchettato
e spedito
al nulla.

Ogni giorno
lo stesso giorno
io ti penso.
Non giungono a te
i miei auguri,
nemmeno oggi.

La vita passa
e si riempie di rughe.
L'azzurro scolorisce
la gente impigrisce.
Il mistero rimane
uguale.

Il tuo sorriso:
chissà se è dolce.
Licenza Creative Commons


Permissions beyond the scope of this license may be available at http://leparoledicrima.blogspot.com.

giovedì 9 luglio 2015

Cielo vissuto

Dipinto periodo metafisico Carlo Carrà, Verso il tramonto
(Carlo Carrà, Verso il tramonto)



Chissà quante volte
il mio cuore
s'è sciolto rosso
sopra il cielo porpora
amando l'azzurro che si spegne.

Chissà quante volte
il tuo battito
s'è confuso con gli angeli.
Piume bianche
che annebbiano la vista,
disorientano i fusti legnosi
e neri contro il cielo.

Chissà come amano
gli esseri di polvere,
anime disperse ovunque qui
e poi chissà, chissà ..

Scende ancora,
di dubbi viola
Scende ancora,
attimi intoccabili,
inviolabili.

Se ti guardo e ci sei
Se ti abbraccio
Allora non conta
dove finirà
questa polvere
di cielo vissuto.

Tra le pagine scollate
righe d'inchiostro secco
aspetto il sorriso
della notte.

Licenza Creative Commons


Permissions beyond the scope of this license may be available at http://leparoledicrima.blogspot.com.

giovedì 2 luglio 2015

L'inafferrabile



(Jacobus van Looy, Opulenza dell'estate)



Questa strana paura
D'esser felici
Questa strana paura
Di urlare al mondo
La propria serena gioia.

Ogni secondo
La legge dura,
crudele, si compie.
Distrugge volti
Una attimo prima
Sorridenti.
Perdenti
Giungono all'oblio.

Il pentimento dei giorni
Limpidi d'acqua verde.
Ricordo di venti freschi
di giochi paterni,
lontani dai fiori.

Il tempo è il nostro tesoro
Succhiato dai chi ci nutre
È così, da sempre.
Il tempo è il nostro tesoro
Ma un'arma a doppio taglio
Che ci sussurra l'addio.

Ora io
vorrei lasciare
tutti i peccati
possedere la mia vita
renderla saporita e astratta.

Far cadere i pensieri
giù da questo scoglio
oltre questo finto mare azzurro
in fondo a quella strana paura
di gustare l'inafferabile.

Licenza Creative Commons


L'inafferabile by Maria Cristina Cireddu is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License.
Permissions beyond the scope of this license may be available at http://leparoledicrima.blogspot.com.