martedì 5 maggio 2015

Filosofo assopito 🎵



Henri Toulouse Lautrec, La lettrice
(Henri Toulouse Lautrec, La lettrice)


Un amore epistolare In un fracasso dolce Dipinge gli alberi E li spoglia Senza che s'abbia Occhi per goderli.
Bocca di zucchero Amorevole miele Che cola dai fori Suggerimenti d'amore Per la frenesia ereditata.
Velo d'un poeta amico Che ancora strimpella Le sue antiche rime Per chi le vuole leggere.
Frasi appese a una foto Che piange per tutto Divengono sterili Come petali appassiti.
Tappeto di rosee candide Illusioni per terra Crollate Come i miei battiti Per il filosofo assopito Dai suoi stessi pensieri.
Aspetta il risveglio Questo giorno lieve. Una vita più viva D'angoli spianati Una vita più giusta.
D'avorio io vedo I pennelli usati Lavati e poi gettati Ai venti, minuti E freddi.


Ascolta "Le parole di Crima - 103 Filosofo Assopito" su Spreaker. 
Music credit: Aspen Grove


Licenza Creative Commons


Permissions beyond the scope of this license may be available at http://leparoledicrima.com.

Nessun commento:

Posta un commento