lunedì 14 ottobre 2013

Rosso calante



(H. A. Brendekilde, Sentiero boschivo in autunno)



Il rosso scende
Quieto e cupo
Tra gli alberi spioventi;
Come un bambino
Vorrei guardarti.
Solo una fanciullesca mano
Potrebbe coglierti
E accoglierti davvero
Tra i propri idoli.

L'umido immutabile luogo
S'addormenta e stringe di più.
Ha atteso tre stagioni
Per colorarsi così.


Il rosso scende
Silenzioso e solo.
Non porta vesti
È un fantasma ululante
Che rimpiange
Cose mai avvenute.
Rammenta scie dorate
E calori freddamente sopiti.

Oh dolce fantasma d'oltremare
Annega tra i romanticismi
E abbandona le mie vie d'argento.

Il rosso scende e dipinge solo
Un quieto, cupo e silenzioso autunno.

Licenza Creative Commons
Permissions beyond the scope of this license may be available at http://leparoledicrima.blogspot.com.

Nessun commento:

Posta un commento