lunedì 2 dicembre 2013

Diva






(D. Rivera, Nudo con calle)


Un peso leggero
Sgorga dagli occhi tuoi grandi
Neri e profondi.
Voce acclimatata dai sogni
D’una vita piena di mistero.

Muori tra le mie braccia
Avvolta dal bianco
Assottigliato di un petalo.

Oh, come i tuoi agghiaccianti acuti
Mi stringono il cuore!
Mi duole non comprendere
Le tue cime appuntite.
Esse discendono
Nei meandri di un’anima
Addormentata in un orgasmo finito.

Oh, come logora il genio
Dissacrato, per sempre libero!
Scappi da un palco traditore
E anneghi in giravolte
Di un valzer amato
Dalla tua gioventù appassita.

Permani tra divorata beltà
Mia diva assopita
Svegliata da un sussurro.

Licenza Creative Commons
Permissions beyond the scope of this license may be available at http://leparoledicrima.blogspot.com.

Nessun commento:

Posta un commento