giovedì 2 luglio 2015

L'inafferrabile



(Jacobus van Looy, Opulenza dell'estate)



Questa strana paura
D'esser felici
Questa strana paura
Di urlare al mondo
La propria serena gioia.

Ogni secondo
La legge dura,
crudele, si compie.
Distrugge volti
Una attimo prima
Sorridenti.
Perdenti
Giungono all'oblio.

Il pentimento dei giorni
Limpidi d'acqua verde.
Ricordo di venti freschi
di giochi paterni,
lontani dai fiori.

Il tempo è il nostro tesoro
Succhiato dai chi ci nutre
È così, da sempre.
Il tempo è il nostro tesoro
Ma un'arma a doppio taglio
Che ci sussurra l'addio.

Ora io
vorrei lasciare
tutti i peccati
possedere la mia vita
renderla saporita e astratta.

Far cadere i pensieri
giù da questo scoglio
oltre questo finto mare azzurro
in fondo a quella strana paura
di gustare l'inafferabile.

Licenza Creative Commons


L'inafferabile by Maria Cristina Cireddu is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License.
Permissions beyond the scope of this license may be available at http://leparoledicrima.blogspot.com.

martedì 23 giugno 2015

Brama d'autore



Quadro fine 800 coppia di borghesi va a teatro
(Lionello Balestrieri, Andando a teatro)




Le sue parole divengono
in bocca agli attori
fragole profumate di rosa;
ultimi soldati attenti
in una guerra di gioco.

Le sue parole divengono
in bocca ai lettori
vive e perpetue
immortali
immorali.

Parole: pallottole sottili
sottilissime
che penetrano gli occhi.
Bruciano, bruciano lente
lentissime
anche senz'aria.

"Io so come recitare
quelle parole silenziose
buone di fragola",
sussurra la dama rosa.

Il sonno,
avvolgente
breve e perenne
scappa via
al mattino.

L'autore spegne
occhi che bruciano.
S'addormenta
per allungare la vita
ai suoi sogni fuggitivi.


Licenza Creative Commons
Permissions beyond the scope of this license may be available at http://leparoledicrima.blogspot.com.

venerdì 5 giugno 2015

Amica nel vento




(E. Hopper, Le Bistro)


Questo cielo azzurro
caldo,
ancora caldo
mi fa pensare a lui
lui che solo
cerca chiarore
cerca la vita
che non c'è più.
Lei se n'è andata
per sempre
un'amica
un'amica vicina
un'amica tagliente.

E allora
quella gioventù
sferragliata
giocata
rincorsa
amata, deve
diventare vecchia
morire anziana
senza amore
senza sogni d'amore.

Un nuovo inizio
per chi ne ha il coraggio.

Questo cielo caldo
azzurro e caldo
mi fa pensare a lei
sulla spiaggia
sola una valigia
lei e la sua valigia
la sua indipendenza
la sua irriverente gioia.

Questo cielo
Che non è più loro
Annaspa di sabbia
D'angoli di deserto.
Questo cielo ora
È nero di luna piena
E non è più loro.




Licenza Creative Commons

Permissions beyond the scope of this license may be available at http://leparoledicrima.blogspot.com.

domenica 31 maggio 2015

Tela bianca

(William-Adolphe Bouguereau, Amore e Psiche bambini) 



Ti voglio ritrarre
consumare pennelli
e amore
sul tuo viso.

Ti voglio ritrarre
guardare la tua bocca
urlare contro il mondo.
Le tue braccia
avvolte dalle nuvole.
La tua fronte
Le tue tempie
pulsanti di vita.

Ti vorrei ritrarre
ma se lo facessi
t'accarezzerei
continuamente.
M'impiastrerei
d'olio pazzo
per toccarti.
Consumerei gl'occhi
nel tentativo vano
di renderti vivo.

Ti voglio ritrarre
Le tue mani
ancora strette
intorno a lei.

Ti voglio ritrarre
mio dolce avvenire.


Licenza Creative Commons


Permissions beyond the scope of this license may be available at http://leparoledicrima.blogspot.com.

mercoledì 20 maggio 2015

Nel deserto nero




Hugo Simberg, L'angelo ferito
(Hugo Simberg, L'angelo ferito)



Bruciare
io vedo
i tuoi occhi.
Pervasi
da una tempesta,
unti sono
di sabbia.

Oh se io
potessi incontrarti
tu dal nome giusto
tu che ignori
ciò che per noi
è stato predetto.

Angelo
le tue ali si schiudono
su volte inventate
dalla mia fantasia brulla.

Angelo
t'accarezza i capelli
il mio pensiero d'avorio.
Tu, che nella terra
ricca di nero
disegni sogni.

Di vetri splendidi
Di venti ruvidi
Il caldo ti rovina.

Angelo
Così lontana
la tua idea.
Così dolce
la tua marea.

Aspetto
paziente
l'ultima riga
di questa rima.


Licenza Creative Commons

Permissions beyond the scope of this license may be available at http://leparoledicrima.blogspot.com.

giovedì 14 maggio 2015

Acquerello



Acquarello vaso di fiori di Vanna Lancini
(Vanna Lancini, Tulipani in bianco)
www.vannalancini.com


La mattina
tra le rose
i suoi occhi
velati
si schiudono.

I ragazzi
di sotto
s'abbracciano.
E al di là
i palazzi
crescono.

I ricordi
macerano
come frutta.
Il tè
d'Oriente
risboccia.

Linee vecchie
d'anni fragorosi
si curvano
sulle fragole.

Deliri felici
acquerellano
sabbia
e memoria
dolciastra.






Licenza Creative Commons


Permissions beyond the scope of this license may be available at http://leparoledicrima.blogspot.com.

martedì 5 maggio 2015

Filosofo assopito 🎵



Henri Toulouse Lautrec, La lettrice
(Henri Toulouse Lautrec, La lettrice)


Un amore epistolare In un fracasso dolce Dipinge gli alberi E li spoglia Senza che s'abbia Occhi per goderli.
Bocca di zucchero Amorevole miele Che cola dai fori Suggerimenti d'amore Per la frenesia ereditata.
Velo d'un poeta amico Che ancora strimpella Le sue antiche rime Per chi le vuole leggere.
Frasi appese a una foto Che piange per tutto Divengono sterili Come petali appassiti.
Tappeto di rosee candide Illusioni per terra Crollate Come i miei battiti Per il filosofo assopito Dai suoi stessi pensieri.
Aspetta il risveglio Questo giorno lieve. Una vita più viva D'angoli spianati Una vita più giusta.
D'avorio io vedo I pennelli usati Lavati e poi gettati Ai venti, minuti E freddi.


Ascolta "Le parole di Crima - 103 Filosofo Assopito" su Spreaker. 
Music credit: Aspen Grove


Licenza Creative Commons


Permissions beyond the scope of this license may be available at http://leparoledicrima.com.

lunedì 27 aprile 2015

Saggia Madre


Giovanni Segantini, L'angelo della vita
(Giovanni Segantini, L'angelo della vita)


Il nascosto poeta morto
è come una coperta
che calda accarezza un minuto
e poi tirata viene via
per finire nella mondezza.

Soavi parole di crudeltà
tingono di seppia
la sua opera infelice..
incompleta ricerca del sapere,
seme senza terra
pagine mordicchiate
e gettate in un mondo
orfano di passato.


Il vero e virtuale soggiorno
nelle ore occupate di veglia
dipinge l'uomo di acquarelli.
Colori di pazzo ozio
Disprezzano l'arcaico lavoro.

Fumi trasparenti
uccidono la nostra vita
ci fanno credere splendenti
quando lo splendore
da che il tutto vive
è per pochi.

Umile saggia madre
che conosce tutto,
Umile saggia madre
venga ad abbracciarci.



Licenza Creative Commons

Permissions beyond the scope of this license may be available at http://leparoledicrima.com.

mercoledì 15 aprile 2015

Inumano



Vanna Lancini, Combatte da sola
(Vanna Lancini, Combatte da sola)



Addolora come
Lo specchio del cuore
E la civiltà tutta
S'asciughino il sudore
Con numeri di morte.

Affogate anime,
Povere bestie
Stipate di sporco,
Riempiono di sangue
Il mare.

Or tu vedi uno sguardo implorante
E digiti i numeri dei buoni
Lenendo per bene la tua coscienza.

Or tu sollevi l'orgoglio
Dissacrando una bandiera
Che la moda ha strappato.

L'uomo inumano
È polvere grigia
Di una battaglia nel vento.

Lascia cadere nell'acqua
Le pietre migliori:
Senza conoscerle
Non fa male.

Licenza Creative Commons

Permissions beyond the scope of this license may be available at http://leparoledicrima.blogspot.com.

martedì 7 aprile 2015

Rami storti



(Hans Andersen Brendekilde, Springtime - The first anemones)



Ogni volta
che alzo lo sguardo
vedo una distesa di dolci
succulenti, inviti.
Fatti di pensieri infruttuosi
di macigni gustosi
essi stuzzicano il mio pensiero.

Ogni volta
che poso lo sguardo
in fondo a questo schermo
rimpiango la mia natura
di tulipani fiorita.
Eppur vi trovo,
tra le righe,
pozzi di sapienza
nei quali bere.

mercoledì 1 aprile 2015

Mostro rosa



(Jean Broc, La morte di Giacinto)


Un mostro
dalle unghie rosa
graffia le vecchie pareti
d'uno sfarzoso obelisco.
Ciò che si sperava finito
torna nelle piazze,
in silenzio.

La libertà
fa paura.
La libertà
non si fida
di se stessa.

venerdì 27 marzo 2015

Rendita d'antico

Jean-Honoré Fragonard, I fortunati casi dell'altalena




Suggella il granello
di ghiaccio bianco
una rendita d'antico.
Lo appiccica al cuore
perché brama lo arda
già alle prime note.

Musica stramba
nelle parole, s'innalza
sulle montagne bianche.
Tutti abbiamo
una rendita d'antico,
nei nostri pensieri.

Essa è come un lago
viola, che in silenzio
giunge all'alba scura.
Ci soffoca il sale
delle sue lacrime dolci.

I granelli di caldo ghiaccio
sfumano come le nuvole
attraverso i cieli azzurri
degli occhi perduti.

Custodisco la mia rendita
respirando tra i pini
pilastri di un castello
ora innalzato
alla via di bianche scie
nella notte.

Ne è lo specchio
tale dolce dipinto.

Licenza Creative Commons

Permissions beyond the scope of this license may be available at http://leparoledicrima.blogspot.com.

lunedì 23 marzo 2015

Felice farfalla


(V. Van Gogh, Campo di grano con volo di corvi)


Lì dove
felicità sbatte
sottili ali effimere.
Lì dove
creature di latte
sorridono sdentate.
Lì,
scendere deve
una coltre di neve.


Garbato silenzio
avvolga insani sogni
poiché di maestri
la vita piena ne è già.
Per di là,
a ogni angolo
mendicanti d'odio
s'arricchiscono ora
di perle nere.
Brucia lo stomaco
malato, di giganti
arringatori brulli.

Feriti, non vedono
che la loro giusta
infelice, perfezione.

Lì dove
fiorisce colore
sul prato grigio.
Lì dove
bella ancora appare
semplice e sincera.
Lì,
la felice farfalla
sorriderà ai corvi
che, morsi dall'invidia
taceranno.
Licenza Creative Commons


Permissions beyond the scope of this license may be available at http://leparoledicrima.blogspot.com.

venerdì 13 marzo 2015

La gioia dell'inganno




(Henri Le Sidane, La domenica)



Fortuna baci
La gente infantile
Che crede alle favole.

Quando rincasano
Dopo le fatiche
Le loro natiche stanche
S'addolciscono
Al suono semplice
D'un sorriso.

Il loro cuore si schiude
Per attutire il peso
Ingombrate, dell'amore.

mercoledì 4 marzo 2015

Tenera immortalità




ugust Strindberg, Björken I-Höst / La Beltulla I-Autunno
(August Strindberg, Björken I-Höst / La Beltulla I-Autunno)


Gingilli fragili,
brillanti oltre lo stendersi
di questa strada maestra
arrestata di povertà.

M'imprigionano
queste mille vite
intinte nei ricordi
dall'agrodolce sguardo.

Sottili steli rievocati
dal mondo oltre i monti
bassi castagni
punte di rovi
sfondi di romantiche leggende
che sfumano in foschie leggiadre.

M'imprigionano
queste mille vite
questi fiori che appassiscono
all'ombra del muto sostare
nel casale disabitato di chiasso.

M'accascio e poi m'elevo
alla visione immaginata
d'una torre abbattuta.

L'eleganza di ferro
vive anche se fusa
nei ricordi
nelle parole
nelle righe tracciate
da queste mille vite
che m'imprigionano.

Mi cattura
la loro antica
e tenera immortalità.

Licenza Creative Commons

Permissions beyond the scope of this license may be available at http://leparoledicrima.com.

mercoledì 25 febbraio 2015

Di senso e d'anima





(R. Magritte, La reconnaissance infinie)

Dove la musica
È creata per viaggiare
I ricordi s'immergono
Dentro immagini brulle.

Aride montagne,
Gemelle prive di neve
Del mio mondo senza storia.
Catene infinite
Nascondono grotte
Modellate dal pensiero.

giovedì 5 febbraio 2015

The dreamers



(Germana Sironi, Nel nido dei sogni)



Le persone che inseguono un sogno
Spesso non sono semplici.
A volte il loro sguardo è stanco,
Altre spento come una candela;
Una sfera integra e bianca
Che attente il lume.

Le persone che inseguono un sogno
Lavorano sempre
Osservando un profilo attento
Che si specchia oltre il lago.

lunedì 2 febbraio 2015

La musica dei grandi



Quadro di Claude Monet, Salice piangente


Dietro lo scheletro
Spiovente d'un tetro salice,
Io trascrivo i tuoi ricordi
Contro questo cielo
Dal sapore viola.
Lo sfuma di rose
Profumante, il vento.

Fuoco sale dal mare,
Con i suoi giorni di bambino.
Rive dai sorrisi perfetti
Sonni d'un letargo danzante.

Era questa la Libertà
Ormai più sentita
Che correva tra i fili dei pali
Dietro il finestrino,
Nella tua gabbia motrice.

Accigliato pomeriggio
Di solitarie passioni
Finite sopra questo cielo
Che oggi come ieri
Suona per te
La musica dei grandi.


Licenza Creative Commons

Permissions beyond the scope of this license may be available at http://leparoledicrima.blogspot.com.

venerdì 16 gennaio 2015

Utopia d'amore







(P. Picasso, Guernica)



Come pioggia acida
L’odio picchia
La nostra pelle bianca.

Pesano parole buone
Sul ventre sterile
Delle coscienze.

Un’utopia d’amore
Ci ha cresciuti,
Perfetti padri
D’una moderna famiglia.

Ed io
Che ho guardato
Dentro di me
Per anni gli alberi
Spioventi e piangenti
Sulle rive secche
Di un fiume lungo,
Ora piango sull’olio
Che lo inquina.

Come la pioggia
Lava le strade dipinte
Vorrei diluisse
Ogni parola
Che ci distrugge.

Licenza Creative Commons

Permissions beyond the scope of this license may be available at http://leparoledicrima.com.

mercoledì 7 gennaio 2015

Il nome del mio tempo




(Paul Delaroche, Esecuzione di Jane Grey)

Curatevi l'anima
Gente affamata
Di piombo arrostito.

Il mio tempo
Non ha sguardi,
Solo silenzi
Che tastano, muti.

Si gela e piange
Nelle piazze
Gremite di solitudine.

lunedì 22 dicembre 2014

Ali d'argento





Melozzo da Forlì, Angelo che suona il liuto
(Melozzo da Forlì, Angelo che suona il liuto)


Un angelo di note
Ti porta nel suo sguardo
Celestiale.
Animale è l'ispirazione
Tra cime o fronde
Di frutti polverosi
Ma sì lontana
Dall'amena bellezza
Nutrita al suo cospetto.

Le sue ali argentate
I suoi capelli antichi
Avvolgono come aura.
Le sue mani sottili
Sulle corde rotte
Sono distratte
Da folti pensieri.

Rossi desideri
Sfumano le sue gote
E le labbra ambrate.

Ma il silenzio
Possiede ancora
La musica perduta.

Diadema sul cuore
Egli porta torpore
Agli amanti stanchi.


Licenza Creative Commons
Permissions beyond the scope of this license may be available at http://leparoledicrima.blogspot.com.

giovedì 20 novembre 2014

Luci azzurre






(E. Munch, The Kisses)




La cascata di luci azzurre
Rispecchia i tuoi occhi
Persi nel sogno
Quel sogno di poesia.

Torna da me
Torna perché
Non ho cuore
Per piangere.

La cascata di luci azzurre
Ti solletica
Sotto le ali
Quelle ali piumate.

domenica 2 novembre 2014

Trillo saporito







(John Ottis Adams, The Closing of an Autumn Day)


Udir vorrei
Il brivido
L’eco d’una pianta
Addormentata
Rami spogli
Rivestiti di frutti.

Calar vorrei
Nel profondo
Fatue immagini
Ascoltate
Musica silente
Oltre la pigra noia.

martedì 21 ottobre 2014

Mulier





(Germana Sironi, Rosso dolore)




Ho pietà per la donna
Inconsolabile inganno
Dell'idea d'amare.
Divelta l'anima
Dal corpo sfatto
Ella giace sola.

Ho pietà per la donna
Arricchita di poveri doni
Mentre piange diamanti.
Sulle sue labbra
Rabbrividisce ancora
L'ultimo sorriso.

martedì 14 ottobre 2014

Mondo pericoloso





(William-Adolphe Bouguereau, Male nude)

Cosa può contenere
La testa colorata di un uomo
Immersa nella lettura profonda
D'un luogo sconosciuto?
Con maestria rara
Egli ricama i drappi
Del sipario nuovo
Che sverna un teatro antico.

venerdì 26 settembre 2014

Molle sentire






(J. Mirò, Cifre e costellazioni amorose di una donna)


In ginocchio lo guardò
Pensando ai voli
Che fanno i fiori
Quando, accarezzati,
S’annidano nei venti partiti.

L’amino si contorse
Attendendo frane di cuore;
Giulive e potenti mani
Ormai prive di virtù.

mercoledì 17 settembre 2014

Un mare di tempo



(M. Chagall, Gli sposi e la torre Eiffel)



Tanti anni fa
In un giorno d’estate
Pensai che sarebbe stato bello
Arrivare fin là.

Nuotai a lungo
Tra onde che non avevo visto
Fredde correnti traditrici.
E alla fine, distrutta, lo raggiunsi.

lunedì 1 settembre 2014

Vetta di mare


(F. Hayez, Accusa segreta)



Un'azzurra vetta di mare 
Soffocata da vertigini antiche
Giace silenziosa.

Sotto barche velate di bianco 
Traspaiono giacimenti d'oro
Offuscati dai monti.

Un nodo d'est,
Scende.
Un mattino senza estate.
Un tramonto traditore.

Splendore senza cuore
Di quell'anima a due
Che vibra sola.

Licenza Creative Commons

Permissions beyond the scope of this license may be available at http://leparoledicrima.blogspot.com.

lunedì 14 luglio 2014

Strega di cuore




(V. Reggianini, Donna con gatto)


Nastri e fiocchi d'artificio
Svolazzano nell'aria satura
Della tua tana colorata.

Campanelli tintinnano
Canzoni di miele dorato
Come i tuoi capelli:
Rincorsa di perfezione bionda
Dagli occhi di speranza.

martedì 8 luglio 2014

Lei si muove






Jack Vettriano, The Singing Butler
(Jack Vettriano, The Singing Butler)



Dei gelidi venti
Che le soffiano in faccia
Lei di nessuno
Conosce il nome.

Nei giorni che la cambiano
Voltandola come pagine
D'un libro scarlatto
Lei sente il mutamento
D'una friabile pietra.

E quando l'azzurro
Degli occhi chiusi
Smette di comparire
Tra le nubi statiche
Che cedono polvere
Per lo strofinarsi del futuro,
Solo allora lei soffia via,
Con lo sguardo,
Il dannato vento
Bagnato e Bruciato
Annegato
Tra le rocce morbide
D'un gigante scomparso.

Lei si muove
E ti chiude in gabbia
Lei si muove
Per invecchiare nel sole.

Licenza Creative Commons
Permissions beyond the scope of this license may be available at http://leparoledicrima.blogspot.com.

martedì 1 luglio 2014

Crima e i Kiruna #2, GRAZIE!




Crima e i Kiruna Acoustic Project ringraziano tutti coloro che hanno voluto condividere l'emozionante pomeriggio di Musica & Poesia il 22 giugno 2014.

Un grazie particolare l'associazione ARTEe20 per averci permesso di esprimere la nostra arte in un luogo tanto speciale.







Qui potete trovare tutte le foto dell'evento:

Crima e i Kiruna, 22 giugno 2014

domenica 22 giugno 2014

Carezza fina



Quadro di Klimt, con alberi di frutta Fruit Trees
(Gustav  Klimt, Fruit Trees)



Nel cupo illuminato dal grano
Sento pesi
Sotterrare i miei piedi
E il gracidare
Di vecchie rane stanche.

Illusione
Per un vecchio vino
Rosso e pastoso.
Illusione
Per un petalo
Delizia di fiore scorto
Mentre cammino
Per la per via che tramonta.

Pentirsi d’esser qui
Nei silenzi senza note
Nei giorni di sole freddo.

Ti tengo lontano da me
Ti tengo lontano
Ancora per un po’.

Rimpiangere d’esser qui
E non dentro di te
Serra antica dai frutti acerbi.

Ti vorrò sempre ascoltare
Ti vorrò sempre rimpiangere
E sognare
Mia carezza fina
Dalle mani d’argento.

Licenza Creative Commons
Permissions beyond the scope of this license may be available at http://leparoledicrima.blogspot.com.