venerdì 26 settembre 2014

Molle sentire






(J. Mirò, Cifre e costellazioni amorose di una donna)


In ginocchio lo guardò
Pensando ai voli
Che fanno i fiori
Quando, accarezzati,
S’annidano nei venti partiti.

L’amino si contorse
Attendendo frane di cuore;
Giulive e potenti mani
Ormai prive di virtù.
Accigliate idee di libertà
Imprigionarono la femmina sapiente
Mentre un inconcludente destino
Osservava la sua beltà sfumata.

I geroglifici del poeta
Intinsero la sua gola
E agli occhi apparve il sorriso
D’un anima buona.

Allungare volle
Il suo molle sentire
E infiammata toccò
L’eco della sua voce.

Licenza Creative Commons
Molle sentire by Maria Cristina Cireddu is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License.
Permissions beyond the scope of this license may be available at http://leparoledicrima.blogspot.com.

Nessun commento:

Posta un commento