mercoledì 7 gennaio 2015

Il nome del mio tempo




(Paul Delaroche, Esecuzione di Jane Grey)

Curatevi l'anima
Gente affamata
Di piombo arrostito.

Il mio tempo
Non ha sguardi,
Solo silenzi
Che tastano, muti.

Si gela e piange
Nelle piazze
Gremite di solitudine.

Curatevi l'anima
Gente senza pietà
Macellai di paura.

Accecati sono gli occhi
Che vedono, eccome,
Dall'alto.

Fingendo sorrisi
Essi si schiudono
Sopra una vita
Che trema.

Curatevi l'anima
Gente che luccica
D'oro avvelenato.

Quale che sia
Il nome del mio tempo
Io lo conosco, lo vedo:
è il riflesso del passato.

A nulla la battaglia
Il fuoco ancor non muore
Lento arroventa
Un'amara paglia.
Licenza Creative Commons


Permissions beyond the scope of this license may be available at http://leparoledicrima.blogspot.com.

Nessun commento:

Posta un commento