domenica 3 aprile 2016

Il tempo perduto




Giovanni Boldini, Marthe Bibesco
(Giovanni Boldini, Marthe Bibesco)

Come lasciare andare
il tempo passato
quand'egli è catturato
dalle immagini musicali
di giovani e malinconici
occhi chiari
ciglia folte
pienezza di zigomi
guance e labbra?

Senza di lui
Non ci sono pianti,
piani visionari di finestre
aperte su magnolie in fiore.
Corse di bambini,
grandi camini spenti
statue di maestri.
Senza di lui
non c'è vita.

La bellezza è epoca
quando si dissolve
in cristalli che scivolano via:
lacrime perdute nel tempo.
Sfumati di sogni
i ricordi prendono la piega
di una gonna svasata
magra figura che volteggia
su se stessa.

Vedo passare i minuti
troppo in fretta
come una struggente
canzone corta
troppo corta
che si deve ripetere,
un'altra volta.

M'immergo nelle note
piene di ricordi
immagini che,
come un miracolo,
ritrovano il senso
in un vecchio sorriso.

Licenza Creative Commons

Permissions beyond the scope of this license may be available at http://leparoledicrima.com.

Nessun commento:

Posta un commento