venerdì 4 dicembre 2015

La seduzione del nulla



Filippo Palizzi, Fanciulla sulla roccia a Sorrento
(Filippo Palizzi, Fanciulla sulla roccia a Sorrento)



Non dimenticare
quando la città era vuota,
immensa e pulita.
Il sole piangeva la tua triste
malinconica, sanguinante felicità.
Non dimenticare
quando non esisteva egoismo
quando i pastelli coloravano
le serate grigie di solitudine.

Senza nulla chiedere,
la delusione
era colma di fascino.
I giorni erano giovani
e profumavano di sapienza
dimenticata partenza
per sguardi ammirati.

La seduzione del nulla
si specchia dentro
in fondo, nelle ripetizioni
che rimbalzano
e nelle curve che si riempiono.
Nei cieli porpora
che animano
silenzi dimenticati.


Licenza Creative Commons

Permissions beyond the scope of this license may be available at http://leparoledicrima.com.

Nessun commento:

Posta un commento