venerdì 16 gennaio 2015

Utopia d'amore







(P. Picasso, Guernica)



Come pioggia acida
L’odio picchia
La nostra pelle bianca.

Pesano parole buone
Sul ventre sterile
Delle coscienze.

Un’utopia d’amore
Ci ha cresciuti,
Perfetti padri
D’una moderna famiglia.

Ed io
Che ho guardato
Dentro di me
Per anni gli alberi
Spioventi e piangenti
Sulle rive secche
Di un fiume lungo,
Ora piango sull’olio
Che lo inquina.

Come la pioggia
Lava le strade dipinte
Vorrei diluisse
Ogni parola
Che ci distrugge.

Licenza Creative Commons

Permissions beyond the scope of this license may be available at http://leparoledicrima.com.

mercoledì 7 gennaio 2015

Il nome del mio tempo




Paul Delaroche, Esecuzione di Jane Grey
(Paul Delaroche, Esecuzione di Jane Grey)

Curatevi l'anima
Gente affamata
Di piombo arrostito.

Il mio tempo
Non ha sguardi,
Solo silenzi
Che tastano, muti.

Si gela e piange
Nelle piazze
Gremite di solitudine.

Curatevi l'anima
Gente senza pietà
Macellai di paura.

Accecati sono gli occhi
Che vedono, eccome,
Dall'alto.

Fingendo sorrisi
Essi si schiudono
Sopra una vita
Che trema.

Curatevi l'anima
Gente che luccica
D'oro avvelenato.

Quale che sia
Il nome del mio tempo
Io lo conosco, lo vedo:
è il riflesso del passato.

A nulla la battaglia
Il fuoco ancor non muore
Lento arroventa
Un'amara paglia.
Licenza Creative Commons


Permissions beyond the scope of this license may be available at http://leparoledicrima.blogspot.com.

lunedì 22 dicembre 2014

Ali d'argento





Melozzo da Forlì, Angelo che suona il liuto
(Melozzo da Forlì, Angelo che suona il liuto)


Un angelo di note
Ti porta nel suo sguardo
Celestiale.
Animale è l'ispirazione
Tra cime o fronde
Di frutti polverosi
Ma sì lontana
Dall'amena bellezza
Nutrita al suo cospetto.

Le sue ali argentate
I suoi capelli antichi
Avvolgono come aura.
Le sue mani sottili
Sulle corde rotte
Sono distratte
Da folti pensieri.

Rossi desideri
Sfumano le sue gote
E le labbra ambrate.

Ma il silenzio
Possiede ancora
La musica perduta.

Diadema sul cuore
Egli porta torpore
Agli amanti stanchi.


Licenza Creative Commons
Permissions beyond the scope of this license may be available at http://leparoledicrima.blogspot.com.

giovedì 20 novembre 2014

Luci azzurre






(E. Munch, The Kisses)




La cascata di luci azzurre
Rispecchia i tuoi occhi
Persi nel sogno
Quel sogno di poesia.

Torna da me
Torna perché
Non ho cuore
Per piangere.

La cascata di luci azzurre
Ti solletica
Sotto le ali
Quelle ali piumate.

domenica 2 novembre 2014

Trillo saporito







(John Ottis Adams, The Closing of an Autumn Day)


Udir vorrei
Il brivido
L’eco d’una pianta
Addormentata
Rami spogli
Rivestiti di frutti.

Calar vorrei
Nel profondo
Fatue immagini
Ascoltate
Musica silente
Oltre la pigra noia.

martedì 21 ottobre 2014

Mulier





(Germana Sironi, Rosso dolore)




Ho pietà per la donna
Inconsolabile inganno
Dell'idea d'amare.
Divelta l'anima
Dal corpo sfatto
Ella giace sola.

Ho pietà per la donna
Arricchita di poveri doni
Mentre piange diamanti.
Sulle sue labbra
Rabbrividisce ancora
L'ultimo sorriso.

martedì 14 ottobre 2014

Mondo pericoloso





(William-Adolphe Bouguereau, Male nude)

Cosa può contenere
La testa colorata di un uomo
Immersa nella lettura profonda
D'un luogo sconosciuto?
Con maestria rara
Egli ricama i drappi
Del sipario nuovo
Che sverna un teatro antico.

venerdì 26 settembre 2014

Molle sentire






(J. Mirò, Cifre e costellazioni amorose di una donna)


In ginocchio lo guardò
Pensando ai voli
Che fanno i fiori
Quando, accarezzati,
S’annidano nei venti partiti.

L’amino si contorse
Attendendo frane di cuore;
Giulive e potenti mani
Ormai prive di virtù.

mercoledì 17 settembre 2014

Un mare di tempo



(M. Chagall, Gli sposi e la torre Eiffel)



Tanti anni fa
In un giorno d’estate
Pensai che sarebbe stato bello
Arrivare fin là.

Nuotai a lungo
Tra onde che non avevo visto
Fredde correnti traditrici.
E alla fine, distrutta, lo raggiunsi.

lunedì 1 settembre 2014

Vetta di mare


(F. Hayez, Accusa segreta)



Un'azzurra vetta di mare 
Soffocata da vertigini antiche
Giace silenziosa.

Sotto barche velate di bianco 
Traspaiono giacimenti d'oro
Offuscati dai monti.

Un nodo d'est,
Scende.
Un mattino senza estate.
Un tramonto traditore.

Splendore senza cuore
Di quell'anima a due
Che vibra sola.

Licenza Creative Commons

Permissions beyond the scope of this license may be available at http://leparoledicrima.blogspot.com.

lunedì 14 luglio 2014

Strega di cuore




(V. Reggianini, Donna con gatto)


Nastri e fiocchi d'artificio
Svolazzano nell'aria satura
Della tua tana colorata.

Campanelli tintinnano
Canzoni di miele dorato
Come i tuoi capelli:
Rincorsa di perfezione bionda
Dagli occhi di speranza.

martedì 8 luglio 2014

Lei si muove






Jack Vettriano, The Singing Butler
(Jack Vettriano, The Singing Butler)



Dei gelidi venti
Che le soffiano in faccia
Lei di nessuno
Conosce il nome.

Nei giorni che la cambiano
Voltandola come pagine
D'un libro scarlatto
Lei sente il mutamento
D'una friabile pietra.

E quando l'azzurro
Degli occhi chiusi
Smette di comparire
Tra le nubi statiche
Che cedono polvere
Per lo strofinarsi del futuro,
Solo allora lei soffia via,
Con lo sguardo,
Il dannato vento
Bagnato e Bruciato
Annegato
Tra le rocce morbide
D'un gigante scomparso.

Lei si muove
E ti chiude in gabbia
Lei si muove
Per invecchiare nel sole.

Licenza Creative Commons
Permissions beyond the scope of this license may be available at http://leparoledicrima.blogspot.com.

martedì 1 luglio 2014

Crima e i Kiruna #2, GRAZIE!




Crima e i Kiruna Acoustic Project ringraziano tutti coloro che hanno voluto condividere l'emozionante pomeriggio di Musica & Poesia il 22 giugno 2014.

Un grazie particolare l'associazione ARTEe20 per averci permesso di esprimere la nostra arte in un luogo tanto speciale.







Qui potete trovare tutte le foto dell'evento:

Crima e i Kiruna, 22 giugno 2014

domenica 22 giugno 2014

Carezza fina



Quadro di Klimt, con alberi di frutta Fruit Trees
(Gustav  Klimt, Fruit Trees)



Nel cupo illuminato dal grano
Sento pesi
Sotterrare i miei piedi
E il gracidare
Di vecchie rane stanche.

Illusione
Per un vecchio vino
Rosso e pastoso.
Illusione
Per un petalo
Delizia di fiore scorto
Mentre cammino
Per la per via che tramonta.

Pentirsi d’esser qui
Nei silenzi senza note
Nei giorni di sole freddo.

Ti tengo lontano da me
Ti tengo lontano
Ancora per un po’.

Rimpiangere d’esser qui
E non dentro di te
Serra antica dai frutti acerbi.

Ti vorrò sempre ascoltare
Ti vorrò sempre rimpiangere
E sognare
Mia carezza fina
Dalle mani d’argento.

Licenza Creative Commons
Permissions beyond the scope of this license may be available at http://leparoledicrima.blogspot.com.

venerdì 13 giugno 2014

Crima e i Kiruna #2



Manca davvero poco ormai alla seconda contaminazione! Musica e poesia dialogano ancora, come un anno fa. Nuove voci, nuovi suoni e nuove parole in un caldo fine pomeriggio, tra musica e poesia. Ci ospita un ambiente speciale, ricco di arte e cultura. È l'Associazione e Galleria d'Arte Artee20 e si trova a Merate.





Crima e i Kiruna vi aspettano!

martedì 27 maggio 2014

Crima come Extravesuviana #2




Invito tutti coloro che non l'avessero ancora fatto, a scaricare l'e-book "Futuro Andata e Ritorno", edito dagli amici del Collettivo Extravesuviana!





Questo è il link dove troverete le istruzioni per scaricare l'e-book:
http://extravesuviana.com/produzioni/futuro-ar-ebook-extravesuviana/

Buona lettura!


giovedì 22 maggio 2014

Verso l'alto




(Gèza Faragò, Donna snella con gatto)
                                    
Come si sopravvive
Ai guasti del terreno
Tremato ora dove
Nulla più vede.

Come si sopravvive
Agli arpeggi del passato
Vibrati e lì perduti
Nelle viscere.

domenica 11 maggio 2014

La bluastra fine d'inizio 🎵




Quadro di G. Segantini, lago di Annone, Lecco, famiglia di contadini prega Ave Maria a trasbordo
(G. Segantini, Ave Maria a trasbordo)


Abbraccia il mio cuore
È così poco l'amore
Che possiede il mondo
Quando il silenzio
Ci porta via gli sguardi.


Abbraccia il mio cuore
È così fresco il tempo
Che deruba gli erranti
Quando le scritture
Ci affrancano agli addii.


Non conosco nulla
Perciò sono bramante
Di quell'ocra, morbida
Illusione d'acacia
Che accarezza gli angoli
D'un sospirato successo.

Se tutto è blu
Tra le case e le mie parole
Sopra il disegno d'un solitario prato
Dentro i soli sanguinanti d'anima...

Abbraccia il mio cuore
Con la tua voce d'affetto
Che canta d'antico.


T'ho sentito senza vederti
Abbracciavi la mia fine
Afferrando un nuovo inizio.


Licenza Creative Commons




Ascolta "Poesia Le Parole di Crima - 077 La Bluastra Fine D'inizio" su Spreaker. 
Music credit: Svyat Ilin



La bluastra fine d'inizio by Maria Cristina Cireddu is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported LicensePermissions beyond the scope of this license may be available at http://leparoledicrima.blogspot.com.

martedì 6 maggio 2014

Soffio in verità






(P-A. Renoir, Il sentiero nell'erba alta)



I miei occhi nudi
Godono dei vergini pollini
Volteggianti nell'aria d'aprile.

Misticanza d'epoche
Arpeggia
Nei foschi ricordi vaganti.

sabato 26 aprile 2014

Visi grigi






(R. Magritte, Gli amanti)

Polvere che si posa
Sulle curve dei volti adulti
E avvolge il mondo tutto.

Le vite d'oggi
Fingono d'attingere
Da dotte antichità.


Ma come puoi trovarmi
Se ti nascondi?

Il riflesso che un tempo
S'immergeva nei laghi
Ora fotocopia
I volti grigi
Di perduta lealtà.

L'arte ci salverà
O sì, l'arte ci salverà
Così come m'abbraccia
E mi solleva
Dai finiti approcci.

Guardo sconosciuti
Plasmare coi loro corpi
I perversi desideri
Racchiusi in una favola.

Che posso mai lodare
Delle vite d'oggi?

Molto e ancor poco
Se ti nascondi
Come un folle
Dietro oscurati specchi.

Poco e ancor molto
Se salvi i miei pensieri
E poni il tuo viso grigio
Sotto la pioggia.

Licenza Creative Commons
Permissions beyond the scope of this license may be available at http://leparoledicrima.blogspot.com.

venerdì 18 aprile 2014

La solitudine dei cent'anni




Leggere i classici per imparare a raccontare il tempo presente. Questo pensavo ieri pomeriggio, mentre i personaggi del mio nuovo romanzo (W.I.P.) chiacchieravano, anzi discutevano, forse fin troppo teatralmente, nella mia testa. E allora, pensavo, quando tutto è già stato scritto, un modo per renderlo nuovo è raccontare ciò che è vecchio, immergendolo, con una sfumatura poetica, in questi nuovi, incasinati, tempi.

I classici hanno, per me, un gusto strano. Personaggi mai esistiti paiono più vivi che mai, quando persino chi li ha inventati non c'è più.

E già, gli scrittori muoiono, dopo aver scritto tanto sulla vita e sulla morte, sull'amore e sulla solitudine, anche loro se ne vanno.



(Rafael De Armas, Gabriel Garcia Marquez, 2006)

"Non è vero che le persone smettono di inseguire i sogni perché invecchiano, diventano vecchie perché smettono d’inseguire sogni."

mercoledì 16 aprile 2014

Genio senza nome




Quadro William-Adolphe Bouguereau, Evening mood
(William-Adolphe Bouguereau, Evening mood)


Come posso credervi ancora?
Come posso ascoltarvi ancora,
Mio genio innamorato della musica?
Avete pronunciato parole
Sì belle, sì speciali
Che ancora suonano
Dopo tutti questi anni
Dopo tutti questi profondi amori!


Ah, certo! L'ispirazione!
Fu lei che vi penetrò

D'antica pioggia di muffa!

Ma voi che ne sapete,
Che ne potete sapere
Dei perduti cieli?
Che ne potete sapere
Dei fantasmi poeti?


Ah, vita! Se potessi zittirvi!
Un giorno impazzirò
Per le vostre impertinenze!

Ma..
Come potrei mai addormentarmi
Se voi non mi accarezzaste?
Come potrei mai sognare
Se voi non aveste due mani
E un sol volto?

Chiudete gli occhi
Mio ardito genio senza nome
Chiudete gli occhi.



Licenza Creative Commons
Permissions beyond the scope of this license may be available at http://leparoledicrima.com.

mercoledì 9 aprile 2014

Riflessi d'ombra 🎵





Frits Thaulow quadro che raffigura il ponte di Verona
(Frits Thaulow, Ponte Pietra, Verona)



S’allungano riflessi d'Adige
Soleggiato incanto di nature verdi
Cipressi pungenti tra chiese fresche
E vecchie d’ornati giacigli.

Alberi di giudea
S’innalzano aprendomi il sorriso
Che odo come un’illusione
Di serena felicità immaginata.

Colmo la mia fame
Di povera vita
Imprimendola di scatti
Fitti di rugose anomalie.

Coincidenze di un destino
Che ha un solo nome
M’animano ancora il cuore.

Così danzo con i miei soli
Che cadono più di me stessa
Armonia di profumi a metà.

S’allungano sguardi d’affetto
Per i passati artisti
Poeti dei pesanti ponti
Persi nei propri cipigli.



Licenza Creative Commons


Permissions beyond the scope of this license may be available at http://leparoledicrima.com.

domenica 6 aprile 2014

Invito di marmo




(Matteo Massagrande, Interno IV)

Le mie insane
Innate parole
Ti son giunte già?
Oh creatura 
Dagli occhi grandi
Tendi le orecchie 
Per me.

mercoledì 2 aprile 2014

Gioia di perla 🎵





Quadro di Jan Vermeer, Ragazza con l'orecchino di perla
(Jan Vermeer, Ragazza col turbante)


A volte mi sospinge
Così in alto
Come un sogno
Che parla da sé
Annegato soffio d'anima
Per un placido Re.

Oh gioia di perla

Come posso crederti
Se quando sono nata
Tu già c'eri?
Se mentre me ne andrò
Sarai, forse, già passata?

Quando la creatura
Nel grembo mio
Mi guarderà perdermi
Come potrò non commuovermi?
Come potrò non comprendere?

Il nuovo mi punge in seno
Un senso misterioso d'agro
Vociare di saltellanti irte risa.

Oh gioia di perla
Vorrei innamorarmi
Per non sentire
I giorni che passano.

Oh gioia di perla
Vorrei baciare
Per credere nell'infinito
Un attimo soltanto.

Un attimo soltanto:
Un incanto d'ardore.


Ascolta "Poesia Le parole di Crima - 071 Gioia di Perla" su Spreaker. 
Music credit: Denis Stelmakh

Licenza Creative Commons


Permissions beyond the scope of this license may be available at http://leparoledicrima.blogspot.com.

lunedì 31 marzo 2014

Aulenti pensieri 🎵


Quadro romanticismo Caspar David Friedrich, Il sognatore
(Caspar David Friedrich, Il sognatore)


Sconosciuto simile nell'animo
M'ammalia il tuo sorriso amico
Le tue mani magre
E il pensiero che ho di te.

Sconosciuto simile nell'animo
Ti scrivo di nascosto tra i fiori
Di vetro e metallo
Sbocciati dall'incendio sopito.

Sconosciuto simile nell'animo
Parli come se mi conoscessi
Da sempre, e ancora
Io potrei perdermi e seguirti.

Mentre tu, 
Conosciuto dagli occhi belli
Più mi penetri a fondo
Meno mi guardi.

Un albero di luce elettrica
Cova tra i suoi rami d'acciaio 
I miei futuri amanti gesti.

S'accendono 
Le luci della città vecchia
Che s'affolla di beltà.

T'immagino

Sugli aulenti antichi ponti
D'un mondo che s'attarda. 

Ascolta "Poesia Le Parole di Crima - 070 Aulenti Pensieri" su Spreaker.
Music credit:Dream Machine 


Licenza Creative Commons

Permissions beyond the scope of this license may be available at http://leparoledicrima.com.

martedì 25 marzo 2014

La libera bellezza 🎵




Dipinto di J. W. Waterhouse, una donna dai capelli rossi annusa un roseto rosa
(J. W. Waterhouse, The soul of the rose)


Angolo di beata quiete
Ove nulla s'addentra
Se non la dolce luce chiara
Degli archi tuoi perfetti.

Un calore tiepido
Agita le notti affrante
E cullate dai fiocchi di luce
Dei nuovi e proibiti sogni.

Il gelido vento di primavera
Sussurra, con artigli delicati.
Di sottecchi m’invita agli argini
E poi m'eleva al cuspide del genio.

Bellezza libera
Dalla schiavitù del cuore
Costruisce l'immensa povertà
Fitta di eterni diamanti

Bellezza libera
Dai frammenti aguzzi
Copre l'infinito,
Effimero terreno.



Ascolta "Le Parole di Crima - 069 La Libera Bellezza" su Spreaker. Music credit: Denis Stelmakh
Licenza Creative Commons
Permissions beyond the scope of this license may be available at http://leparoledicrima.blogspot.com.

sabato 15 marzo 2014

Il cuscino di damasco



(Caravaggio, Conversione di San Paolo)


Che l'incubo di molti
Sia più dannato
Più desertico, più affamato
Del silente terrore dell'individuo.
Che la bellezza
Brillante nel vicino d'oltremare
Ci commuova più della guerra,
E che la nostra storia
Ci paia oggi appassita,
Mescola e produce
Un'amara dose
Di quotidiana ansia.

La salvezza del mondo
Non è a mio appannaggio.
La cosciente inquietudine
Tra urla soffocate di terrore
Rimbalza nelle orecchie
Sulle belle facce quadrate
Della scontata gente.

Occhioni d'amore
Si schiudono in un sonno d'aghi
Licenza Creative CommonsSopra il cuscino di damasco.




Permissions beyond the scope of this license may be available at http://leparoledicrima.blogspot.com.

giovedì 6 marzo 2014

Donna e Poesia, 9 marzo 2014

Licenza Creative Commons


Crima vi aspetta presso Studio Danza asd di Monza, il 9 marzo 2014, ora di pranzo.

Una giornata pensata per stare insieme, condividere, praticare e creare Arte. 

E ovviamente ascoltare Poesia!





Grazie alle amiche di Studio Danza asd, Monza

martedì 25 febbraio 2014

Loggia immaginaria



(Nicolas Boguet Didier, View from the Upper Loggia ...)

Perduti sensi
dentro la loggia 
d'una veggente infanzia.

Mani infarinate
scivolano nel chiostro
dei pensieri densi.

Profumo d'olio
colora e pennella
ancora il genio.

Prende Te
chiuso in turbini
di volte e archi.

Ritmi taglienti 
di sorrisi notturni
dagli occhi chiusi.

Addormentata libido
dei dì invecchiati
fugge per i prati.
Licenza Creative Commons

Permissions beyond the scope of this license may be available at http://leparoledicrima.blogspot.com.

martedì 4 febbraio 2014

Bimbi ciechi






(August Macke, Kinder am Wasser)


Guardasti la tua calda mano
Che diverrà polvere anch'essa
Chi invecchia, se non il cuore
In quest'amara zuppa di fiele?

E quando nel futuro incerto
I tuoi bimbi dagli occhi ciechi
Ascolteranno ciò che lasciasti
Chi accederà le luci del mattino?